Il padrone del male è un racconto di mediocre valore storico nonché di un livello narrativo non elevatissimo. Tuttavia, non sempre racconti letterariamente impeccabili riescono a catturare l’interesse dell’insaziabile pubblico dei lettori. Pur non essendo un ritratto agiografico degno di un grande storiografo, Il padrone del male è ormai un bestseller in tutto il mondo.

Risultati immagini per il padrone del male
Copertina del bestseller. Fonte Newton Compton.

Scritto dal primogenito del più noto trafficante al mondo, Pablo Escobar, esso offre una descrizione di un mondo perverso ma al contempo affascinante, una descrizione che pone l’accento sul lusso, sull’opulenza e sulla sfrenata ferocia che ha connotato l’intera vita del narcotrafficante colombiano. Benché il conflitto di interessi sia lampante, Juan Pablo Escobar riesce a mantenere un evidente distacco narrativo, che gli consente di descrivere da un’interessante prospettiva eventi e dinamiche che il gran pubblico è solito conoscere tramite rappresentazioni spesso distorte da esigenze cinematografiche. “Se paragoniamo mio padre ai narcotrafficanti di oggi lui sembra un bebè. Non lo dico per minimizzare i crimini che ha commesso, ma per mostrare come si è evoluta la situazione del narcotraffico nel mondo”. Sì, questa lapidaria asserzione potrebbe essere viziata da un incondizionato affetto filiale. Però, passando allo scandaglio la criminalità globale, non potrebbe essere plausibile definire Pablo Escobar un “pischelletto”? Tutto questo fa un po’ rabbrividire, ma il traffico internazionale di cocaina non ha segnato sicuramente un’inversione di tendenza rispetto all’epoca del più ricco narcotrafficante della storia, anzi…

Risultati immagini per pablo escobar
Pablo Escobar. Fonte Vox

La cifra de Il padrone del male è l’amalgama tra il racconto storico e la cronaca familiare, il dissidio tra le efferatezze di Escobar e i gesti di tenerezza che costantemente riempivano la sua quotidianità con la moglie e con gli amati figli. Tuttavia non traspare il classico racconto da “Famiglia del mulino bianco”: numerosi – difatti – sono i dissidi e i contrasti con la parentela.

Se la biografia è laconica sotto molti profili, ha una grande finalità letteraria: contrastare il rischio di idolatria che deriva dalle numerose serie TV, che “stanno creando una generazione di giovani disposti ad essere gangster”.

Commenti

commenti