JUVENTUS – CHIEVO 3-0 (17′ Hetemaj auto goal, 58′ Higuain, 83′ Dybala)

La terza giornata del campionato di Serie A si apre con il match tra Juventus e Chievo Verona. Bianconeri che partono subito forte e mettono sotto pressione, ma riescono a sbloccare la gara soltanto su calcio di punizione. Pjanic mette una palla forte e tesa dalla fascia destra, Hetemaj, nel tentativo di allontanare il pericolo, sorprende Sorrentino. Il Chievo non ci sta e al 25′ una punizione di Radovanovic mette in seria difficoltà Szcsezny. Si passa alla ripresa senza ulteriori rilevanti occasioni. La Juventus non ingrana, allora Allegri richiama Douglas Costa, al quale subentra Dybala. La “Joya” spezza in due la partita: è lui, cinque minuti dopo l’ingresso in campo, ad avviare l’azione che porta al raddoppio di Higuain, splendidamente servito da Pjanic. Il Chievo non riesce a reagire. Spazio nel finale anche per Bernardeschi. L’ex viola combina, all’83’, con Dybala: l’argentino si smarca e si regala il quinto personale sigillo in campionato e sancisce la terza vittoria consecutiva dei bianconeri, che procedono a punteggio pieno.  

Risultati immagini per Juve chievo 3-0
La “Joya” e il “Pipita” decisivi anche contro il Chievo. fonte:corrieredellosport.it

 

SAMPDORIA – ROMA rinviata per maltempo

INTER – SPAL 2-0 (27′ Icardi rig., 87′ Perisic)

La prima partita della Domenica è quella disputata a San Siro tra Inter e SPAL. Nella prima frazione di gioco, la squadra ferrarese tiene testa a quella che sulla carta è considerata una formazione di caratura maggiore. Nonostante la buona prestazione della squadra appena arrivata dalla serie cadetta, il cinismo dei padroni di casa porta al goal su rigore di Icardi al 27′, dopo la consultazione del VAR. Poche emozioni da una parte e dall’altra, da segnalare un gran tiro di Skriniar che si stampa sulla traversa. Nel finale di gara, la SPAL cerca il goal del pareggio, ma l’esperienza della squadra di Spalletti è decisiva e i nerazzurri trovano il raddoppio al minuto 87′. Quella contro la SPAL è la terza vittoria consecutiva, che vale il primo posto in classifica a pari merito con Juventus e Napoli.

Risultati immagini per inter spal 2-0
Il rigore trasformato da Mauro Icardi contro la SPAL. Argentino capocannoniere a quota 5 con Dybala. fonte: calcionews24.it

ATALANTA – SASSUOLO 2-1 (27’ Sensi, 35’ Cornelius, 77’ Petagna)

Dopo le due sconfitte nelle prime due gare (contro Roma e Napoli), la squadra bergamasca trova la prima vittoria di questa stagione contro la formazione di Bucchi. Durante la prima mezz’ora, i padroni di casa attaccano, ma al 27’, è il Sassuolo a trovare il primo gol della partita e del campionato quando Stefano Sensi batte Berisha. Vantaggio che dura solo 8 minuti: al 35′, infatti, Cornelius sfodera un sinistro magistrale che permette all’Atalanta di rientrare in partita. La prima metà di gara si conclude con il risultato di 1 a 1. Nella ripresa, poche emozioni fino al minuto 77, quando Petagna, servito dal Papu Gomez, sigla il 2-1.

CAGLIARI – CROTONE 1-0 (33’ Sau)

“Un segno del destino”: così viene definito dai telecronisti quanto successo a Marco Sau, sardo che segna il primo storico goal alla Sardegna Arena. La rete del centravanti rossoblu regala la vittoria ai padroni di casa, i quali gestiscono ampiamente la gara, con il Crotone mai davvero pericoloso dalle parti di Cragno. Non potevano chiedere di meglio i tifosi della squadra di Rastelli, che portano a casa i primi tre punti della stagione, più che importanti in questo inizio di campionato.

HELLAS VERONA – FIORENTINA 0-5 (2’ Simeone, 10’ Thereau rig., 24’ Astori, 62’ Veretout, 89’ Dias)

Una fantastica goleada e tre punti fondamentali portati a casa dalla Fiorentina, che sovrasta il Verona fuori casa per 0-5 Gara che promette da subito spettacolo, con il primo goal di Simeone che arriva già al secondo minuto di gioco. L’attaccante argentino è bravo a sfruttare la ribattuta di Nicolas sul tiro di Benassi e a siglare la prima rete con la nuova maglia. Passano pochi minuti ed è ancora il portiere gialloblu a rendersi protagonista in negativo. La sua uscita avventata su Chiesa, infatti, provoca un fallo da rigore, trasformato dal neo acquisto Thereau. Il Verona non reagisce. Al 24′, sugli sviluppi di un corner è 0-3, grazie alla deviazione di Astori. Nella ripresa, la Fiorentina controlla sostanzialmente la gara. Veretout, tra i migliori dei suoi, trova anche la gioia personale. Stessa sorte nel finale per Gil Dias, subentrato a Chiesa, che chiude la “manita”. Pioli finalmente soddisfatto dei suoi.

UDINESE – GENOA 1-0 (15’ Jankto)

Ad Udine si disputa una partita molto fisica e fallosa, come dimostrato dai due cartellini rossi. I padroni di casa la sbloccano velocemente grazie al gol di Jankto al 15’, bravo a ribattere una traversa colpita da Nuytnick, più che positivo in questo inizio di stagione. Nel finale di primo tempo, Juric è costretto prima a sostituire Lapadula per infortunio ed in seguito ad assistere all’espulsione diretta di Bertolacci per fallo scomposto. Nella ripresa, si gioca sostanzialmente in mezzo al campo, con i due portieri mai impegnati davvero, se non quando De Paul, su punizione, fa volare Perin. In chiusura di gara, rosso diretto anche per Pezzella: si finisce in 10 contro 10, ma i rossoblu non riescono a riprendere la gara.

LAZIO – MILAN 4-1 (38′, 42′, 48′ Immobile, 50′ Luis Alberto, 56′ Montolivo)

Il risultato più sorprendente di giornata arriva dall’Olimpico. Il Milan parte forte, ma non riesce ad essere pericoloso. In finale di primo tempo, inizia lo show di Ciro Immobile: prima trasforma il rigore procurato da Luis Alberto, quattro minuti più tardi gira al volo un cross al bacio di Lulic. 2-0 e rossoneri sotto shock. L’inizio di ripresa è ancora più traumatico per gli uomini di Montella. L’attaccante biancoceleste, servito da Parolo, trova subito la tripletta personale. Due minuti dopo, al 50′, serve in contropiede Luis Alberto che solo davanti ad un incolpevole Donnarumma fa 4-0, coronando una grande prestazione. Milan annichilito. Il goal di Montolivo al 58′ è dettato più dalla rabbia che da un’idea di gioco. Kalinic, Calhanoglu e Bonaventura offrono più soluzioni offensive, ma gli attacchi sono poco efficaci. Lezione per Montella e i suoi, Inzaghi può essere più che soddisfatto. Con Felipe Anderson e Nani, ancora non in forma, i biancocelesti possono sicuramente competere per un posto in Europa.

Risultati immagini per Lazio milan 4-1
Immobile – show e Milan annichilito. Tripletta per il bomber biancoceleste. fonte:yahoo.it

BENEVENTO – TORINO 0-1 (90’+3′ Iago Falque)

Benevento beffato all’ultimo respiro da un Torino che raccoglie 7 punti nelle prime tre giornate. I campani macinano gioco nella prima frazione di gara. Un super Sirigu salva i suoi prima su Ciciretti e poi sul gran destro di Coda. Nella ripresa, entrambe le squadre appaiono bloccate. Nessuna occasione rilevante, la partita sembra procedere verso lo 0-0. In pieno recupero, invece, una combinazione tra Ljajic e Iago Falque porta al gol dello spagnolo, che fulmina Belec di sinistro. Mihajlovic può sorridere, gli uomini di Baroni peccano ancora nella gestione delle forze durante la gara.

BOLOGNA – NAPOLI 0-3 (66′ Callejon, 83′ Mertens, 88′ Zielinski)

È Napoli – show anche al Dall’Ara. I partenopei, però, rischiano non poco nella prima frazione di gara. Reina è costretto agli straordinari su Verdi e Destro. Un goal di Masina, invece, viene annullato per fuorigioco dopo una bella iniziativa di Di Francesco. Gli azzurri, come d’abitudine in questa stagione, giocano decisamente meglio nel secondo tempo. Al 66′, Insigne sforna un traversone perfetto, Callejon incorna e fa 0-1. Il Bologna prova a reagire, ma non ha la forza per bucare il muro difensivo alzato da Albiol e Koulibaly. A dieci minuti dalla fine, errore difensivo di Pulgar, che regala la palla a Mertens. Il folletto belga di sinistro batte Mirante e chiude la partita. C’è ancora spazio, però, per un’azione di chiaro stampo “sarriano”. Combinazione eccellente tra Insigne, Mertens e Ghoulam, la palla arriva a Callejon che pesca Zielinski ed è 0-3. Partenopei che continuano ad offrire spettacolo e dimostrano, rispetto alle scorse stagioni, una maturità maggiore nella gestione della gara.

Risultati immagini per bologna napoli 0-3
I protagonisti di Bologna – Napoli: Callejon, Mertens, Insigne e Zielinski. fonte: tuttosport.com

Commenti

commenti