Lo spot di Dolce & Gabbana girato a Napoli scatena l’ira dei napoletani

Una nuova pubblicità per la fragranze maschile e femminile D&G The One: due video e due star d’eccezione che provengono direttamente dalla celebre serie Il Trono di Spade, Emilia Clarke e Kit Harington. I protagonisti si trovano a girovagare per le strade di Napoli imbattendosi nei più classici immaginari che si hanno nel mondo pensando, sì a Napoli, ma anche all’Italia tutta. Una folla chiassosa accoglie gli attori, una donna cucina, un cameriere balla, i bambini corrono, c’è Pulcinella, la pizza e la pasta. In sottofondo “Tu vuò fà l’americano” ed un’aria di festa particolarmente vivace e rumorosa.

spot di Dolce & Gabbana
www.foxlife.it

Come spesso accade il pubblico di internet insorge, sopratutto a causa della didascalia che segue sotto entrambi gli spot di Dolce & Gabbana, descrizione che fornisce un approfondimento del lavoro: “Girato per le strade di Napoli, con persone reali che vivono la vita quotidiana, la nuova campagna pubblicitaria per The One è stata diretta dal regista italiano Matteo Garrone”.

I napoletani si ribellano online, insorgono contro Stefano Gabbana, sempre disponibile e scherzoso sui social media, affermando che i video sono un susseguirsi di cliché; Napoli non è tutti i giorni come viene rappresentata, Pulcinella non è dietro ogni angolo. Non si cucina per strada e tutto ciò fa sembrare Napoli una città retrograda, così come l’Italia intera in conseguenza di ciò.

Gabbana risponde in modo diretto commentando online, senza freni né filtri. I giornalisti lo giudicano e la gente si accanisce. Le sue motivazioni hanno solide basi ma non sono espresse nel migliore dei modi, così cade nella brutta trappola dei social network, rispondendo ad i cosiddétti “leoni da tastiera”. Il signor Stefano spiega che Dolce & Gabbana vuole portare la bellezza dell’Italia nel mondo, niente di più.

Qui i video incriminati, potrete giudicare da voi i contenuti:

Se vi state schierando dall’una o dall’altra parte suggerisco comunque che debba essere riconosciuto oggettivamente un unico dato di fatto: tra le tante aziende di abbigliamento/lusso e griffe italiane, solo Dolce & Gabbana, da qualche anno a questa parte, non fa altro che prendere ispirazione dalle terre italiane, portando un’immagine fresca ma di storiche tradizioni, in tutto il mondo. Tradizioni che affascinano i popoli esteri e che incrementano il turismo e accrescono l’orgoglio italiano.

In un Paese che ha lasciato il Sud indietro, sotto tanti punti di vista, D&G esalta la Sicilia, la Campania, sfila tra le strade di città mediterranee meravigliose, porta giornalisti di tutta Italia in luoghi inaspettati e non nelle solite passerelle milanesi.

D’altronde noi italiani gesticoliamo, siamo amichevoli ed affettuosi con gli stranieri e ben venga il buon cibo, le feste ed i sorrisi. Dovremmo andarne fieri.

Io farei solo un lungo, grande e sentito applauso ai due signori della moda.

 

Commenti

commenti