Renzi in treno mentre la “barca” Pd affonda

Continua il percorso di Matteo Renzi nonostante le grane interne continuano.

Il segretario continua il suo viaggio a tappe per l’Italia mentre il partito si sgretola. In teatro di fronte alle difficoltà si ripete come un mantra: ” the show must go on”, ma forse per il Partito Democratico questa non è la soluzione migliore. Il presidente del Senato Grasso abbandona il Pd e lo fa in maniera rumorosa, criticando la linea politica e i metodi dell’azione di Governo, ma sembra importare a tutti meno che a Renzi, che non si scompone di fronte al palese dissenso della seconda carica dello Stato. Il ministro Orlando, prova a incalzare il segretario, invocando una riflessione ma Matteo non sembra ricettivo ai segnali.

Risultati immagini per destinazione italia renzi

Alla situazione già non rosea si aggiunge un Consiglio dei ministri lampo, 13 minuti, quello convocato da Gentiloni per confermare la nomina di Ignazio Visco alla guida della Banca d’Italia. Anche davanti a questo ennesimo intoppo, Renzi non sembra tentennare ma il dissenso nei confronti del presidente del consiglio, già espresso, questa volta lo fa pesare ed è così che, casualmente, c’è chi ha dato forfait, i ministri renziani Maria Elena Boschi, Graziano Delrio, Luca Lotti e Maurizio Martina.

Come se non bastasse, si avvicina un appuntamento di cui sembra si siano dimenticati tutti in casa Pd, le elezioni regionali in Sicilia. La travagliata tornata elettorale siciliana, tanto sta animando gli avversari ma non sembra disturbare troppo i pensieri della Governance del Partito, forse scoraggiati dai sondaggi che li danno quasi certamente fuori dai giochi. Sarebbe quantomeno azzardato veicolare, con i fatti, il messaggio che si giocano solo le partite che si sa a priori di vincere. Certo è oggettivo constatare che l’aria all’interno del Pd è pesante e gli sviluppi potrebbero essere imprevedibili, vedremo quali saranno le mosse del Segretario Matteo, sperando che il treno faccia cinque minuti di ritardo per lasciare al capo il tempo di riflettere.

Commenti

commenti

SHARE