“Father Ted” è una sitcom irlandese andata in onda dal 1995 al 1998. A partire dal contesto socio-geografico in cui è ambientata, questa serie si dimostra un’eccellente parodia o, quanto meno, messa in discussione dei capisaldi del nazionalismo irlandese e della stessa storia di questa nazione. I protagonisti, infatti, non sono altro che tre preti di campagna che vivono su una desolata ed inospitale isola irlandese, i quali riescono a fare immergere gli spettatori nel loro comicissimo mondo rurale fatto di spassose ipocrisie e comportamenti deliranti. La chiesa irlandese è il bersaglio principale della serie, in quanto i tre preti, che dovrebbero essere un esempio per la comunità, sono un giovane con gravi carenze intellettive, un pazzo scatenato che non fa altro che ubriacarsi, mandare a fanculo chiunque e dormire (guai a svegliarlo!) e un furbacchione che aspira a spassarsela nei casinò di Las Vegas o a finire in televisione per guadagnarsi un briciolo di notorietà. Per di più, ad un certo punto viene fuori che lo stesso arcivescovo ha una famigliola in America con cui passava le vacanze.

trai

Questa serie, oltre al cattolicesimo irlandese, dissacra anche il valore della famiglia mettendo in scena l’esilarante ipocrisia di una coppia che appare davanti a father Ted sempre piena d’amore e in armonia, mentre in realtà non fa altro che litigare pesantemente. Perfino le campagne irlandesi non sono immuni all’ondata d‘ironia di “Father Ted”, infatti, gli idillici paesaggi rurali che compongono la cosiddetta rural Ireland e che hanno sempre costituito un motivo d’orgoglio e di distinzione per la nazione irlandese, vengono degradati ad un territorio dove vige una tale arretratezza per cui nemmeno esistono indicazioni stradali di alcun tipo, ad eccezione di un ragazzo bruttissimo che indossa sempre una maglietta con scritto «I shot JR» (ho sparato a JR).

In breve, questa è una sitcom dotata di una comicità spiazzante che si serve tanto dell’ironia quanto del nonsense per smantellare tutta l’impalcatura nazionalista creata da personaggi importantissimi per la storia irlandese come l’ex presidente De Valera.

Commenti

commenti

SHARE