Novità in arrivo per gli Home Restaurant Hotel

La Redazione del Saccente, da sempre vicina al progetto degli HRM, è lieta di comunicarvi che da lunedì sera sarà possibile iscriversi sul sito web homerestauranthotel.it.

Per chi ancora non conoscesse quest’universo, il progetto degli Home Restaurant Hotel nasce dalla mente di un giovane imprenditore reggino che, dopo aver avviato 3 anni fa la sua personale Start-Up a Firenze, ha deciso di continuare lo sviluppo del suo progetto partendo proprio dalla Calabria.

Sarà infatti Reggio Calabria la sede legale e principale dell’azienda leader nel settore del social-eating e grazie anche all’acquisizione di “cuocodomestico.it”, sarà possibile proporsi soltanto come cuoco a domicilio. Per trasformare il proprio salotto in un ristorante e ricevere da subito le richieste di prenotazione basta iscriversi sul sito internet, seguire le indicazioni suggerite dagli operatori del sito e con un abbonamento da 9.90 euro al mese sarete online e pronti ad esibire le vostre doti culinarie.

Resta ferma la legge di settore, per tale motivo si potrà tranquillamente praticare il lavoro di cuoco domestico iscrivendosi alla relativa Associazione di categoria (sarà possibile trovare tutte le informazioni più rilevanti nel sito).

L’amministratore unico della GC management S.r.l., con sede legale a Reggio Calabria, aspetta ancora risposte dopo gli incontri istituzionali che nei mesi si sono susseguiti per regolamentare il settore. La situazione infatti si presenta paradossale in quanto l’ Europa invita gli Stati Membri a favorire lo sviluppo e la crescita del social-eating investendo anche 3 milioni disponibili per gli operatori di settore e titolari di brevetto, fondi che, come evidenziato da Campolo: “noi in Italia non possiamo utilizzare in quanto manca la legge di settore, mentre in altri Paesi come la Francia c’è chi ha già preso più di 1 milione di euro. Invito tutta la stampa e l’opinione pubblica interessata di ricordarsi durante queste elezioni il trattamento che i politici locali e nazionali votati dai cittadini di Reggio Calabria come si comportano con le giovani imprese, visto che per tre anni hanno stuprato la mia proprietà intellettuale che mi viene riconosciuta con il brevetto rilasciato dal MISE oltre che cercare di distruggere la sharing economy e il social eating fonte di sviluppo economico e posti di lavoro”.

Nella speranza che questa incresciosa situazioni trovi al più presto una soluzione la Redazione del Saccente.it vi invita a visitare il sito www.Homerestauranthotel.it per avere a vostra disposizione qualsiasi altro tipo di informazione.

Commenti

commenti

SHARE