<<Questa è l’emeroteca civica di via Palmi: l’avete fatto di nuovo, in pieno giorno. È una sfida, ma vinciamo noi. Vigliacchi!!! È il momento che questa città scenda in piazza e dimostri da che parte sta. Svegliamo le coscienze, non permettiamo a nessuno di bruciare la nostra Reggio!>>. Queste le parole di sincera rabbia ed indignazione del sindaco Giuseppe Falcomatà per l’ennesimo atto di vigliacca inciviltà che ha interessato l’emeroteca civica di Reggio Calabria.

L'immagine può contenere: sMS

I locali di via Palmi sono stati destinati nel 2017 all’AIPD di Reggio Calabria, associazione nata nel 2001 per volontà di un gruppo reggini. Lo scopo di questa bella realtà è quello di tutelare e garantire i diritti delle persone affette da sindrome di down. Questo obiettivo di sensibilizzazione è finalizzato a consentire l’integrazione di tanti ragazzi nella scuola, nella società e nel mondo del lavoro, fornendo all’intera cittadinanza informazioni relative agli aspetti legislativi ed assistenziali a favore dell’handicap.

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, persone in piedi

Di fronte a questo atto inqualificabile, l’intera associazione non ha risparmiato di esprimere la propria deplorazione.

Si legge sulla pagina Facebook dell’Aipd – Sezione di Reggio Calabria:

 <<Di fronte al secondo atto vandalico all’ex emeroteca comunale, nel giro di sei mesi, non possiamo rimanere ad aspettare. Il nostro progetto di rigenerazione, approvato dall’amministrazione comunale nel 2017, deve partire! Noi di AIPD Reggio Calabria vogliamo rimboccarci le maniche, iniziando da subito a prenderci cura di questo bene comune. Vogliamo strappare al degrado questo pezzo di città! AIUTATECI TUTTI! Vediamoci tutti sabato 24 alle ore 10:00 presso l’ex emeroteca, in Via Palmi, per organizzarci ed iniziare a lavorare!>>.

Commenti

commenti

SHARE