L’approvazione dei suddetti regolamenti è sinonimo di un impegno concreto della Città Metropolitana verso i Comuni e le realtà associative di tutto il comprensorio metropolitano”. E’ quanto dichiara Filippo Quartuccio, consigliere metropolitano con delega alla Cultura. La prima iniziativa che feci in settembre scorso, da neo delegato alla Cultura, – prosegue Quartuccio – fu proprio quella di convocare un nutrito numero di associazioni presso il Palazzo della Cultura “P. Crupi” per un confronto diretto sulle necessità di cui il nostro territorio ha bisogno. Registrammo una grande partecipazione di sodalizi che, a vario titolo, aiutano la nostra città a crescere sotto diversi punti di vista. In quelle occasioni, ognuno dei rappresentanti ebbe modo di raccontare non solo la propria esperienza associativa e di impegno fattivo sul territorio in favore della promozione della Cultura ma si preoccupò anche di suggerire, sollecitare, aiutare la Politica a fotografare quel mondo, appunto Culturale, che aveva ed ha bisogno di fiducia e stimolo per fare sempre più. “Rispetto a questo – continua Quartuccio – l’impegno della città metropolitana si è concretizzato con l’approvazione dell’Albo Unico delle Associazioni che, diviso per sezioni, contribuirà a perseguire quegli elementi di chiarezza e disciplina già posti in essere dall’inizio del mandato di questa amministrazione metropolitana”. Come se non bastasse – registra Quartuccio – il consiglio metropolitano ha approvato anche il regolamento per la concessione del patrocinio, dell’uso del gonfalone, dei contributi, degli accordi di collaborazione e sponsorizzazione della città metropolitana che entra, a pieno titolo, in quell’opera di necessaria rivisitazione degli strumenti di partecipazione alla vita civile, culturale, sociale e ambientale da parte di associazioni e comuni sempre attenti alla promozione del nostro territorio in ogni sua sfaccettatura”. Conclude così il consigliere metropolitano con delega alla Cultura Filippo Quartuccio.

Commenti

commenti

SHARE