Outsider – Quando lo sport diventa leggenda: il trionfo della Grecia agli Europei del 2004

Un sogno diventato realtà: la Grecia contro ogni pronostico è campione d'Europa in Portogallo.

Avevo appena otto anni quando vidi alzare la coppa al cielo dal capitano greco Theodoros Zagorakis. Dal 2004 ho iniziato ad amare follemente il calcio. Ammetto di aver fatto il tifo per la Grecia, un Paese molto simile al nostro, un posto incantevole e caloroso, un’autentica bomboniera piena di contraddizioni. Probabilmente sarò anche stato influenzato dalle origini greche delle mie cugine ma quella squadra, nella torrida estate del 2004, la sentii mia.

Risultati immagini per europei 2004 theodoros zagorakis
Theodoros Zagorakis. Fonte: Uefa.com

Andiamo per ordine. Le qualificazioni agli Europei del 2004 presentano già i tratti eroici della favola della Grecia di Otto Rehhagel. Gli ellenici, sin dalle prime partite del girone, appaiono in grande confusione. Perdono contro Spagna ed Ucraina, mettendo da subito a rischio la qualificazione. Quella Grecia non è però una squadra qualsiasi. Dopo il disastroso incipit, gli ellenici tirano fuori l’orgoglio e vincono tutte le partite. Gli uomini di Rehhagel raggiungono il primo posto in classifica, costringendo la Spagna a giocarsi il tutto per tutto nello spareggio contro la Norvegia. La Grecia, per tradizione, non è mai stata una Nazionale competitiva e blasonata: quello del 2004, infatti, è il secondo Europeo della sua storia. La Grecia pesca proprio i padroni di casa del Portogallo, un team di grandissimo talento e nettamente favorito per la vittoria finale. Già nel 2004 in quella squadra gioca Cristiano Ronaldo, assistito da fenomeni come Luis Figo e Manuel Rui Costa, calciatori che hanno lasciato il segno anche nel Campionato italiano. Ma nel calcio, come vi abbiamo più volte raccontato in tale rubrica, domina spesso l’irrazionalità e la follia. La Grecia, nella partita d’esordio, riesce ad annichilire i portoghesi. Segna il lottatore Giorgios Karagounis, mette il risultato al sicuro Angelos Basinas grazie ad un calcio di rigore. Il Portogallo riesce a ridurre lo svantaggio con una rete di Cristiano Ronaldo. La Grecia si chiude a riccio e porta a casa i primi tre punti del girone.

Risultati immagini per Rehhagel grecia
Il mister Otto Rehhagel. Fonte: ANSA.it

L’Europeo inizia con una vittoria inattesa. Quella Grecia è una squadra pazza, piena di calciatori fuori dagli schemi, uomini che sono autentici “personaggi” ai quali non daresti nemmeno una lira. Basti pensare ad Antonis Nikopolidis, estremo difensore brizzolato, calciatore eccentrico e, per utilizzare un eufemismo, “pittoresco”. Come accade spesso, anche in tale caso l’apparenza inganna! La Grecia affronta la Spagna. Una partita molto equilibrata, senza particolari occasioni da gol. Gli ellenici sono perfetti in difesa e riescono ad agguantare il pareggio grazie alla realizzazione del bomber di razza Charisteas, apparentemente impacciato nei movimenti ma molto efficace in aria di rigore.

Risultati immagini per nikopolidis grecia
Nikopolidis. Fonte: WalesOnline

Arriva la terza partita del girone. La Grecia deve vedersela con la Russia. Gli uomini di Rehhagel perdono 2 a 1 ma riescono a superare il turno per via della differenza reti. A segnare è il “nanetto” Zisis Vryzas che con un’incornata vincente trafigge l’estremo difensore russo. La cenerentola dell’Europeo va avanti e diventa una vera e propria mina vagante che tutte le squadre sperano di evitare. Ai quarti di finale gli ellenici trovano la corazzata francese. Si tratta della Francia di Vieira, Gallas, Henry, Thuram, Zidane. Giusto per citarne soltanto alcuni. Una Nazionale galattica, di gran lunga superiore alla Grecia di Capitan Theodoros Zagorakis. Quella Grecia è però inarrestabile: Charisteas sigla la rete dell’1 a 0 definitivo. Contro ogni pronostico, la solida Grecia approda in semifinale. La Repubblica Ceca di Nedved e Jankulovski, al pari della Francia, è impreparata di fronte al catenaccio ellenico. Dellas, con un’incornata vincente, fa vivere un’altra notte magica al popolo greco.

Risultati immagini per grecia europei 2004 contro repubblica ceca
Esultanza di Dellas contro la Repubblica Ceca. Fonte: Uefa.com

Come in uno dei tanti racconti della mitologia greca, gli eroi ellenici sbarcano in finale dopo innumerevoli peripezie superate con straordinaria dedizione e caparbietà. L’atto conclusivo della cavalcata greca è proprio contro il primo avversario affrontato in tale competizione, il Portogallo. L’Europeo del 2004 sembra avere un andamento ciclico! Solita partita di sacrificio per la Grecia: difesa solidissima, calciatori che lottano su ogni pallone, contrasti decisi e spesso un po’ oltre le righe. Charisteas, per l’ennesima volta, sigla il gol dell’1 a 0, una rete che fa salire la Grecia sul tetto d’Europa, una rete che consacra la vittoria del più debole, il trionfo di un Paese meraviglioso che ancora oggi, al pari dell’Italia, ha paura di spiccare il volo!

Commenti

commenti