Appena l’estate scorsa è stata intitolata al nostro concittadino attore Leopoldo Trieste la piazzetta/anfiteatro del rione Ferrovieri. Per l’occasione tutto era stato rimesso a lucido: piantate tre palme, bonificata l’intera area, tinteggiati i muri ecc…tutto uno splendore!!! Nella stessa estate il sito in questione ha ospitato un consiglio comunale aperto molto partecipato dalla popolazione con promessa della giunta comunale di continuare ad impegnare l’area per attività culturali.

WP_20180530_002 (2)

Da allora, il buio. Nessuna manutenzione fino a fare diventare l’area quello che vediamo nella foto allegata. Certo la potatura delle palme, il taglio dell’erba la pulizia spettano all’Amministrazione Comunale, ma ai cittadini è chiesta la civiltà e il rispetto dell’ambiente.

Ma chi è che non rispetta l’ambiente e perché? Secondo la mia modestissima opinione, oltre ai vari problemi esistenti nella nostra realtà e riconducibili a cultura, educazione, istruzione
dei cittadini, ecc. ecc. c’è un’altra motivazione che sta alla base di tutto: cercare in ogni modo di evadere la tassa dei rifiuti, la tanto temuta TARI. Infatti chi getta i rifiuti ancor prima di essere un incivile, in realtà è un evasore che non essendo iscritto all’anagrafe tributaria del comune, non può ritirare i mastelli che lo porterebbe al pagamento annuale di centinaia di euro l’anno per la propria famiglia. A questo punto la domanda nasce spontanea: cosa sta facendo l’amministrazione comunale per ”stanare” gli evasori?

Vi lascio con l’augurio di vedere al più presto una città migliore per
noi e per i nostri figli.

Commenti

commenti

SHARE