Caos immigrazione: una telenovela tutta italiana

Riflessione personale sulla vicenda della nave Aquarius e sullo sterile dibattito politico su un tema che occupa ormai da anni l'agenda politica italiana.

Il consueto caos in merito al tema dell’immigrazione e dell’accoglienza si è riproposto per l’ennesima volta. Incredibilmente tutti si ergono ad esperti di diritto marittimo, tutti pensano di essere competenti in materia. Guai a non schierarsi, guai a non restare indietro nelle faide che caratterizzano il mondo dei social network. Anche in tale circostanza, l’immigrazione ha preso la scena ed ha occultato tutti gli altri problemi presenti nel nostro Paese. L’immigrazione diventa la causa principale dell’aumento del tasso di disoccupazione giovanile e tutti abbiamo bisogno di trovare conforto partecipando al dibattito per timore di essere isolati. Come sostiene la politologa tedesca,Elisabeth Noelle-Neumann, si determinerebbe una sorta di spirale del silenzio; è necessario schierarsi dalla parte della fazione che rappresenta l’opinione più accreditata. Non è possibile esprimere un’opinione che sia fuori dal coro, altrimenti ci sarebbe il rischio pericoloso della emarginazione sociale. La vicenda della nave Aquarius di cui in un modo o nell’altro ne avrete sentito parlare abbondantemente, rappresenta alla perfezione la teoria ipotizzata dalla studiosa tedesca.

Risultati immagini per nave aquarius migranti
Immagine tratta da: Cagliari Post

In Italia, come accaduto già nel caso di altri temi scottanti (come la questione relativa alle Unioni civili o allo Ius soli), in questi giorni si è sviluppato un duplice schieramento: da un lato vi sono coloro che pensano che con #restiamoumani si possano fare le rivoluzioni, dall’altro tutte quelle persone che, accecate dall’odio verso il diverso, cavalcano l’onda della xenofobia ai massimi livelli. Queste ultime persone hanno il bisogno vitale di trovare un capro espiatorio, un nemico esterno che minaccerebbe le loro esistenze. Quello che mi fa rabbrividire è il dibattito politico che è diventato di una sterilità imbarazzante. Il Governo del Cambiamento propone di porre in essere una rivoluzione radicale continuando a diffondere slogan da campagna elettorale, dall’altro lato vi è un’opposizione che di fatto si comporta alla stessa maniera. La risposta alla decisione scellerata di Matteo Salvini riguardo la chiusura dei porti italiani è stata dettata esclusivamente da un buonismo fine a se stesso.

 

Risultati immagini per salvini aquarius
Immagine tratta da: Repubblica.it

C’è un assoluto bisogno di umanità al giorno d’oggi ma non si può ridurre la questione soltanto a questo. C’è il rischio che il dibattito politico si limiti esclusivamente ad una discussione dicotomica, caratterizzata da un pro o un contro senza trovare alcun punto di mediazione. Speravo che la proposta dell’attuale Ministro Salvini non venisse strumentalizzata anche dalle forze d’opposizione. Di fatto non si è assistito ad un confronto costruttivo ma ad una semplice contrapposizione tra opposizione buona e governo scellerato. L’opposizione si ponga delle domande se gran parte dell’elettorato italiano non le ha dato ragione, non sottovaluti ciò che viene particolarmente sentito dai cittadini. Evidentemente, se l’immigrazione continua a nascondere tutti gli altri problemi che affliggono l’Italia, è anche per demerito dell’opposizione, la quale ha sempre impostato questo discorso come se a tutti i costi dovesse esserci una contrapposizione tra razzisti e tolleranti. Ciò che propone Salvini è un qualcosa di scellerato ma io, ingenuo quale sono, spero ci sia l’intenzione di lanciare un messaggio provocatorio al resto dell’Europa, un’Europa che troppo spesso se ne è lavata le mani, un’Unione Europea che continua ad agire in modo totalmente contrario all’idea di comunità e di unione tra Stati. Un’Unione europea in cui tutti i Paesi agiscono per conto proprio senza una politica comune in tema di immigrazione, un’Unione europea che non vigila adeguatamente sulla ripartizione delle quote di migranti.

 

Risultati immagini per Ue migranti
Immagine tratta da: il Fatto Quotidiano

Tornando un attimo al ruolo esercitato dai passati governi, di certo la Riforma Minniti ha prodotto grandissimi risultati in tema di riduzione degli sbarchi. Ma ricordiamoci anche che in Libia, al fine di bloccare gli sbarchi, si è assistito alla lesione di gran parte dei diritti umani. Ci tengo ad esplicitare che ciò che scrivo è puramente una riflessione personale in merito alla pochezza del dibattito politico ed in particolare in merito alle perpetue divisioni che sono dominanti all’interno del nostro Paese. La mia non è chiaramente una esaltazione del modello Salvini, ma semplicemente un invito ad andare oltre la sterile polemica e l’ormai inaccettabile semplificazione che vede contrapporsi i razzisti ai portatori di umanità e accoglienza.

Commenti

commenti