Ultima puntata di Audition (per fortuna)

Le novità tendono a scarseggiare nel sistema del programma televisivo e dopo le prime puntate spumeggianti quest'ultima ha quasi annoiato

Ieri sera è andata in onda l’ultima puntata di audition della dodicesima edizione di X Factor Italia.

E dopo tre serate di audizioni, per dodici per stagioni, non possiamo che ringraziare che siano volte al termine. Le novità tendono a scarseggiare nel sistema del programma televisivo e dopo le prime puntate spumeggianti quest’ultima ha quasi annoiato.

Nessun papabile vincitore, solo qualche ragazzo intonato come Pierfrancesco Criscitiello e il Producer Matteo Costanzo.

Il primo molto inesperto: autodidatta per canto e suono della chitarra. Talento naturale per timbro di voce ed emozioni trasmesse. Sicuramente un ragazzo sul quale il giudice giusto potrà lavorare bene.

xfactor

Matteo Costanzo invece è l’opposto: consapevole, sicuro di se, produce pezzi per altri cantanti italiani da tempo ed ora vuole tentare una strada nuova. Metterci la faccia, le parole e la sua musica. Canta un inedito che viene molto apprezzato dalla giuria e gli viene riconosciuta la sua abilità da artista musicale a tutto tondo. Passa il turno con 4 SI.

xfactor12

Polemiche inutili hanno avuto la meglio sulla serata, come quella contro la trentasettenne Simon che ha deciso di scrivere un brano trap. Criticata spietatamente da Fedez che le rimprovera di aver messo insieme delle parole virali solo per ottenere un risultato moderno. Strano… sembra proprio che il bue dica “cornuto” all’asino.

Le dinamiche della puntata diventano ridondanti e come è spesso accaduto si tende a far passare il turno ai potenziali concorrenti dello Strafactor a discapito di dare una seconda possibilità ai Boot Camp a concorrenti appassionati e con voglia di fare.

Insomma le ingiustizie sono all’ordine del giorno ma non creano un vero movimento che diverta o intrattenga il pubblico. L’unica nota interessante è l’atteggiamento di Asia Argento, destinata però a non proseguire il programma sino al termine, la vedremo infatti non oltre gli Home Visit, registrazioni effettuate prima dello scandalo legato a Jimmy Bennett. Attendiamo dunque la seconda parte delle selezioni sperando che “il gioco delle sedie” sia più appassionante e coinvolgente.

 

Commenti

commenti