Incontro con l’autore Vincenzo Filosa

Sabato 24 novembre 2018 alle h 18.30 presso la sede del Circolo G. Calarco Fabio Palumbo presenta Figlio unico graphic novel di Vincenzo Filosa, un' avventura tra fantascienza e romanzo di formazione.

Sabato 24 novembre 2018 alle h 18.30 presso la sede del Circolo G. Calarco Fabio Palumbo presenta Figlio unico graphic novel di Vincenzo Filosa, un’ avventura  tra fantascienza e romanzo di formazione. Introduce e modera Simone De Maio

Quello di sabato prossimo  sarà il primo di un ciclo di incontri, inserito nella programmazione 2018/19, dedicato dal Circolo G. Calarco alla nona arte che prevede un appuntamento  mensile con disegnatori e sceneggiatori di fumetti.

Inaugura il ciclo l’artista calabrese Vincenzo Filosa che, dopo Viaggio a Tokyo, esordio rivelazione segnalato dal critico inglese Paul Gravett tra le dieci migliori graphic novel del 2015, con questa  nuova opera  si conferma quale uno degli autori più originali  e interessanti del nuovo fumetto italiano.

Figlio unico racconta di un bambino solitario che  scopre di essere unico e speciale sullo sfondo di una Calabria  raccontata con mistero e fascinazione  che  diventa l’altra vera protagonista della storia, attraverso i suoi luoghi e i personaggi che vi abitano.

Un bambino solitario  crede di essere un ritrovato della robotica recente- almeno questo  è quello che suo padre gli ha sempre raccontato – attraverso  videogiochi, folklore giapponese degli yokai e il fumetto Filosa costruisce una storia calabrese raccontando con delicatezza un percorso di crescita disseminato di interrogativi sulla propria identità e sulla figura paterna, che diventa archetipo del Dio creatore e distruttore.

L’autore, nel  mescolare stilemi e tradizione del fumetto gekiga giapponese a tematiche contemporanee, narra il rapporto tra il figlio e la sua famiglia e costruisce una storia di promesse e tradimenti, robot giganteschi e streghe in un viaggio parallelo Tokyo/ Crotone.

Vincenzo Filosanato a Crotone nel 1980, vive a Milano. Esordisce nei circuiti indipendenti su riviste e antologie underground come Futuro Anteriore, Zero Tolleranza, Spaghetti, Crack Antologia, Deriva, Epoc, Lamette, Gilette, è tra i fondatori dell’etichetta indipendente Ernest, e autore per Canicola e Delebile. Nel 2011 realizza per la rivista Domus un servizio a fumetti sull’architetto giapponese Shigeru Ban. Nel 2012 illustra la ZeroGuida di Roma. Il suo primo graphic novel, Viaggio a Tokyo (Canicola, 2015), è stato segnalato tra i dieci migliori romanzi a fumetti internazionali del 2015 dal celebre critico Paul Gravett. Nel 2016 ha realizzato, su testi di Giusy Noce, la storia “Torre spaccata” per l’antologia “La rabbia”pubblicazione che ha celebrato i vent’anni della collana Stile libero di Einaudi. Il suo ultimo lavoro, Figlio unico (Canicola, 2017), è un “gaijin manga” ambientato nella provincia Crotonese. Per Coconino Press lavora in qualità di curatore, traduttore e grafico alla fortunata collana Gekiga, che propone al pubblico italiano i grandi classici del manga d’autore.

Commenti

commenti

SHARE