Chi succederà a Karl Lagerfeld?

Le due più grandi realtà colpite da questa perdita sono Fendi e Chanel...

Primo giorno della settimana della moda Milanese, 19.02.2019, la notizia fa il giro del mondo: Karl Lagerfeld si è spento all’età di 85 anni, presso l’ospedale americano di Parigi. La sua dipartita è dovuta probabilmente ad un cancro al pancreas che non gli ha permesso, lo scorso Gennaio, di salutare la folla all’ultima sfilata Haute Couture di Chanel, come di consueto.

Il mondo della moda, sempre in subbuglio, sembra bloccarsi. Si trattiene il respiro negli uffici e per le strade di Milano, pronte a dare il via agli show. Quale momento migliore per dare l’ultimo saluto al mondo per un’icona come lui?

Uomo dalle mille sfaccettature, Lagerfeld è stato designer della cosa di moda italiana Fendi, per ben 53 anni e della Maison francese Chanel per 36 anni. Oltre ad aver creato il brand che porta il suo nome, aver collaborato con Chloè ed essere stato fotografo di tantissime campagne pubblicitarie dei brand da lui seguiti.

Visionario nello sviluppo di collezioni sue e non, è riuscito a rendere reale per decenni le volontà ed i capi saldi di Coco Chanel, portando avanti uno stile inconfondibile, rendendolo però sempre innovativo e mai banale. Rigido, per le sue idee riguardo le figure umane, la magrezza delle donne e l’ostilità verso la vecchiaia. Moderno, nell’accettare e sviluppare idee di coinvolgimento verso un pubblico non necessariamente legato al mondo del lusso. Amichevole, con le sue top model di punta. Riservato: difficilmente si è sbilanciato sulla propria persona ed il proprio vissuto nelle interviste. Amorevole, con il suo ormai famosissimo ed ereditario gatto. Icona della cultura mondiale, ha portato innovazione e dettato le mode per mesi, stagioni, anni, decenni.

credits_www.amica.it
credits_www.amica.it

Nessun funerale o celebrazione in sua memoria al momento, esclusivamente un tributo alla sua persona al termine della sfilata Fendi a Milano, qualche giorno fa. Finito lo show, che ha mostrato l’ultima collezione firmata dal direttore, infatti, tutti gli ospiti sono stati sorpresi da un video proiettato sul maxi schermo della sala, in cui il designer, durante un’intervista, disegna se stesso da ragazzo descrivendo il suo stile nel dettaglio.

Le due più grandi realtà colpite da questa perdita sono dunque il brand Fendi che affida il timone a Silvia Venturini Fendi, ed invece Virginie Viard, braccio destro di Karl da più di 30, anni sarà alla direzione creativa di Chanel.

Solo durante le prossime sfilate potremo capire quanto il passaggio di testimone possa influenzare le collezioni, di certo la mancanza del grande Lagerfeld si sentirà ma potremo raccontare di aver visto quest’uomo cambiare il mondo della moda, influenzarlo e rinnovarlo a suo piacimento.

Commenti

commenti